UTILIZZO CANALE TELEMATICO WHATSAPP

24/01/2018

L’utilizzo ormai così massicciamente diffuso del canale telematico Whatsapp, ha inevitabilmente comportato la insorgenza di profili di responsabilità civile e penale.

In tale ultimo contesto si è reso necessario chiarire il valore probatorio, nel corso di indagini giudiziarie delle conversazioni svoltesi con modalità Whatsapp.

E’ ormai certa la utilizzabilità di registrazioni di conversazioni via whatsapp, essendo esse equiparabili alle prove documentali nel rispetto peraltro di una corretta acquisizione processuale.

In tale contesto si è dibattuto se le dette conversazioni potessero acquisirsi solo previa trascrizione, ovvero anche al di fuori della suddetta modalità.

La Corte di Cassazione, Sezione V^ Penale, con la sentenza n. 49016/17, attraverso un’articolata motivazione ha fissato il principio per cui l’utilizzabilità della conversazione via whatsapp è ammissibile solo se sia stato acquisito il supporto telematico/figurativo contenente la registrazione medesima in quanto idoneo a controllare l’affidabilità della prova e, conseguentemente, la paternità delle registrazioni e l’attendibilità di quanto da esse documentato.

Condividi il post:

AVV. EUGENIO PICCOLO

Patrocinante in Cassazione
Cod. Fisc. PCC GNE 57B28 L682Q – Partita I.V.A. 01388630129

AVV. STEFANIA PICCOLO

Cod. Fisc. PCC SFN 64E46 L682K – Partita I.V.A. 02157720125
e-mail: avv.stefania-piccolo@libero.it
avvstefaniapiccolo@pec.ordineavvocativarese.it

AVV. SVEVA BENEDETTA DONADI

Cod.Fisc. DNDSDB83P44L682D - e-mail: sveva.donadi@libero.it

DOTT.SSA FRANCESCA PICCOLO

Cod.Fisc. PCCFNC92A69L682X - e-mail: francescapiccolo.92@gmail.com